Seggiolino Auto Anti Abbandono: Arriva il Decreto del Governo!

di

Come anticipato nel precedente articolo riguardante quest'argomento, dove vengono indicate nello specifico le caratteristiche dei seggiolini auto anti abbandono e cosa prevede la legge, seppur con qualche mese di ritardo da parte del Governo, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato il decreto attuativo che, di fatto, modifica l'articolo 172 del Codice della Strada rendendo obbligatorio l'utilizzo dei dispositivi di sicurezza anti abbandono per i bambini sotto i 4 anni.

 

L'obbligo di munirsi di tale dispositivo, inizialmente previsto per il 1 febbraio 2020, entrerà in vigore al 7 novembre 2019; in questo modo si darà il tempo e la possibilità a tutti di provvedere all'adeguamento di tale obbligo. L'applicazione di tale obbligo, seppur fosse stato messo in calendario da tempo, ha visto un'accellerazione da parte del Governo, in seguito all'ultimo episodio di bambino abbandonato inconsapevolmente da parte del genitore che è avvenuto a Catania pochi giorni fa.

Dopo questa triste notizia, infatti, il Ministro De Micheli insieme al Governo, ha deciso di disporre tale decreto d'urgenza, rendendolo di fatto già legge. Questo perchè in questi ultimi anni è notevolmente aumentato il numero delle giovani morti dovute alla dimenticanza dei propri genitori in auto sotto un solo cocente. Come si è potuto vedere spesso la dimenticanza è dovuta alla frenesia della giornata, lavorativa e non, che ogni genitore ha continuamente. Questo porta a pensare che la tragedia di dimenticare il proprio bambino in auto può capitare a tutti e, per questo, si è dovuti ricorrere il prima possibile all'applicazione di quest'obbligo.

Trattandosi concretamente di una misura "salva vita", nei pensieri del Governo c'è anche quello di rendere il più agevole possibile per ogni cittadino il dover adempire all'obbligo dei seggiolini auto anti abbandono o all'installazioni dei diversi dispositivi anti abbandono da applicare ai seggiolini acquistati precedentemente attuazione del decreto-legge. Per questo motivo, il Ministro Paola De Micheli, ha già anticipato l'intensione di inserire delle considerevoli agevolazioni fiscali per l'acquisto di tali dispositivi nella prossima finanziaria.

Ovviamente il mercato non sta a guardare e già dai primi mesi di quest'anno propone diverse soluzioni: da quelle più economiche come i dispositivi da integrare al un seggiolino ante decreto (avente un costo medio di 60-70 euro), fino ai seggiolini più innovativi, con il dispositivo già incorporato nella struttura (dal costo medio di 250-260 euro).

Considerando che si tratta di un prodotto che contribuisce alla sicurezza del bambino e, che lo si userà per diversi anni, possiamo dire che la cifra sia di una soluzione che dell'altra è abbastanza accessibile. Inoltre a spingere verso l'adeguamento a tale legge sono anche le sanzioni previsti, che vanno dagli 81 euro fino ai 323 euro. In parole povere, con una sola multa ci si corpirebbe già il costo di adeguamento anche senza agevolazioni fiscali.