Forno elettrico: come scegliere

di

Tra tutti gli elettrodomestici più o meno opzionali presenti nelle nostre cucine, uno tra quelli che non posso assolutamente mancare è il forno elettrico; ognuno di noi considera essenziale la presenza del forno in ogni cucina che si rispetti e la scelta di quello giusto è molto importante sia per la qualità delle pietanze cucinate e sia per la sua gestione quotidiana.

forno_elettrico


In questo articolo cercheremo di elencare i principali punti da analizzare quando si considera l’acquisto di un forno elettrico per la propria abitazione con focus principale sulle modalità di cottura e i sistemi di autopulizia, questi ultimi molto importanti perché un forno incrostato è sicuramente molto scomodo da pulire e sin da subito potrebbe essere considerato un acquisto sbagliato anche se molto performante sotto tutti gli altri aspetti.

Indice

 

Le modalità di cottura del forno

È raro che chi si appresta all’acquisto del forno per la propria cucina pensi subito a quali piatti vuole cucinarci al suo interno, però non è un aspetto da trascurare in quanto ci sono diverse modalità di cottura necessarie per ottenere il massimo dalle nostre ricette.
Quella più tradizionale è senza ombra di dubbio la cottura statica, utilizzata sin dai tempi delle nostre nonne e grazie alla quale abbiamo tutti gustato piatti prelibati cotti in forno; questo tipo di cottura è realizzata grazie a due resistenze poste sulla parte superiore e inferiore del forno che scaldandosi permettono all’alimento di cuocersi per convezione naturale; questo tipo di cottura è molto indicata per arrosti, pane, pizze e focacce in genere.
Se invece vogliamo cuocere qualcosa che abbia necessità di una distribuzione più rapida ed uniforme del calore, dovremo optare per una cottura ventilata, la quale grazie all’aggiunta di una ventola riesce a uniformare meglio il calore e donare alle pietanze maggiore croccantezza all’esterno e morbidezza all’interno; la cottura ventilata è particolarmente indicata per dolci, pesce e verdure.

forno_elettrico_ventilato


La cottura con grill permette di ottenere la caratteristica gratinatura superiore di alcuni cibi e questo è possibile grazie ad una serpentina aggiuntiva posta sulla parte superiore del forno; i forni di alta gamma e più recenti permettono anche di cucinare a vapore in combinata con la cottura tradizionale del forno e tale metodo consente di mantenere gli alimenti meno secchi e più succosi.
Tutte queste modalità di cottura nel forno elettrico sono sicuramente da tenere in considerazione prima dell’acquisto in quanto il costo dell’elettrodomestico varierà anche considerevolmente in base alle sue caratteristiche ed inoltre di certo non vorremmo rimanere delusi quando leggiamo una ricetta particolarmente invitante e scoprire solo in quel momento che il nostro forno non è in grado di cuocerla come dovrebbe.

I sistemi di autopulizia

Il forno di casa ha bisogno di essere sempre pulito per mantenere la sua efficienza più o meno intatta nel tempo e l’eventuale scomodità di accesso e facilità di pulizia devono essere ben considerate sin dal principio in quanto molto importanti per non rimpiangere scelte sbagliate; i modelli più costosi di forno elettrico, dispongono di funzioni di autopulizia diverse a seconda del modello e della fascia di prezzo, dividendosi principalmente in modelli con pulizia catalitica e modelli con pulizia pirolitica.
Il forno catalitico ha dei pannelli rivestiti di un materiale speciale che non trattiene i grassi e si pulisce durante l’utilizzo del forno, i pannelli sono posti su tutte le superfici verticali in modo da impedire allo sporco di attaccarti anche per effetto della forza di gravità; ogni traccia di sporco viene bruciata senza lasciare residui.

forno_elettrico_incasso


Ovviamente la comodità si paga ed infatti i forni catalitici hanno sia un costo che si aggira intorno ai 600 euro ed inoltre bisogna mettere in preventivo che per mantenere la loro funzionalità, hanno bisogno della sostituzione dei pannelli verticali in media ogni due o tre anni.
L’alternativa ai forni catalitici è acquistare un forno pirolitico che permette si autopulisce selezionando un programma specifico che incenerisce lo sporco portando il forno ad una temperatura superiore ai 400 gradi per più di un’ora e, una volta terminato il ciclo, basterà raccogliere i residui con un panno umido.
Il vantaggio di questo tipo di forni è che non necessitano della sostituzione periodica dei pannelli ma hanno un costo superiore agli 800 euro ed inoltre va considerato il consumo aggiuntivo di corrente ogni volta che si avvia il ciclo di pulizia a 400 gradi.