Come Risolvere il Cubo di Rubik: Guida con Immagini e Video

di

Ammettiamolo, tutti nella nostra vita abbiamo provato almeno una volta a risolvere il Cubo di Rubik, e quasi sicuramente molti di noi hanno lasciato perdere dopo un bel po di tentativi.

Beh, è arrivato il momento della rivincita e questa volta possiamo giungere alla soluzione del cubo di Rubik senza staccare e riattaccare furbamente, ma semplicemente seguendo esattamente i passi che riportiamo qui sotto.

pezzi cubo rubik

Indice

Conoscere il Cubo di Rubik

Ovviamente, come in ogni cosa cui ci si approccia, è bene iniziare col conoscere l'argomento, in questo caso il Cubo di Rubik.

Iniziamo col dire che, poichè in data odierna i brevetti sono scaduti, negli ultimi tempi si è potuto vedere anche cubi 5x5x5 fino ad arrivare a cubi 11x11x11, ma il classico e originale Cubo di Rubik è quello 3x3x3 ed è diventato famoso per avere 43 trilioni (ovvero 43 miliardi di miliardi) di combinazioni ma una sola soluzione.

A questa soluzione si arriva iniziando col conoscere i pezzi che compongono il cubo; possiamo suddividerli principalmente in 3 tipologie:

  • i pezzi centrali: che, come fa capire il nome stesso, sono i pezzi posizionati al centro di ogni faccia del cubo. Sono chiamati fissi perchè, appunto, non possono mai essere cambiati di posizione e per questo motivo sono utilizzati per determinare il colore della faccia: verde, bianco, rosso, giallo, arancione, blu.

soluzione cubo di rubik pezzi centrali

  • gli angoli: sono i pezzi che si trovano posizionati proprio agli angoli del cubo e sono facilmente riconoscibile grazie al fatto che sono gli unici ad avere 3 colori, proprio come mostrato nell'immagine seguente.

soluzione cubo rubik angoli

  • gli spigoli: che sono i pezzi compresi tra gli angoli e sono caratterizzati dall'avere solo due colori, come mostrato qui di seguito

soluzione cubo rubik spigoli

Inutile dire che, a prescindere di quale algoritmo o movimenti o combinazioni di facciano, un angolo resterà sempre un angolo, e uno spigolo resterà sempre uno spigolo.

Tutti questi pezzi andranno a comporre le sei facce del cubo di Rubik. Potremmo identificare le facce con loro colori (generalmente verde, bianco, rosso, blu, rancione, giallo), ma questo porterebbe al vincolo di utilizzare l'algoritmo per la soluzione del cubo di Rubik partendo sempre dallo stesso colore.

Le lettere delle facce del cubo di Rubik

Proprio per dare massima possibilità di scelta a chiunque si accinga alla risoluzione del cubo di Rubik, abbiamo deciso di utilizzare delle lettere e dei simboli che sono spesso usati da molti appassionati di questo gioco per identificare sia la faccia sulla quale fare il movimento e anche la tipologia del movimento stesso.

Per associare una lettera ad ogni faccia del cubo iniziamo col guardarlo frontalmente. Una volta deciso quale colore sarà quello della faccia frontale sarà immediata l'associazione delle altre facce, seguendo il seguente schema:

soluzione cubo rubik facce

Le lettere utilizzate sono le iniziali delle parole inglesi F (front - frontale), B (back - sul retro), U (upper - superiore),  D (down - inferiore), R (right - destra) e L (left - sinistra).

Vediamo quindi come assegnarle:

  • F (faccia frontale): metti il cubo davanti a te; la faccia del cubo che vedi di fronte è quella frontale.
  • B (faccia retrostante): corrisponde esattamente alla faccia opposta a quella frontale, che non dovremmo poter vedere.
  • U (faccia superiore): è la faccia il cui piano guarda verso l'alto.
  • D (faccia inferiore): corrisponde alla faccia opposta a quella superiore, ovvero quella il cui piano guarda verso terra.
  • R (faccia destra): continuando a guardare forntalmente il cubo, è la faccia il cui piano è posizionato alla nostra destra.
  • L (faccia sinistra): è la faccia principale del cubo rivolta verso sinistra.

Grazie all'associazione delle lettere alla facciate, si potrà identificare unicamente ogni singolo elemento semplicemente associando le lettere delle facce che lo compongono, partendo dalla principale. Ad esempio per indicare l'angolo alto a destra della faccia frontale, si potrà indicare come angolo FUR, come mostrato nell'immagine qui di seguito.

identificare angolo cubo rubik

I simboli dell'algoritmo per la soluzione del cubo di Rubik

Una volta fatta propria l'associazione delle lettere alla facce, si vanno a definire i movimenti possibili.
Su ogni faccia si possono applicare solo due movimenti: orario e antiorario.
Il senso di rotazione deve essere applicato sempre guardando frontalmente la faccia di nostro interesse.

Per agevolare l'associazione dei movimenti dell'algoritmo a quelle facce del cubo, si è pensato di associare ai movimenti orari (che sono di 90°) le stesse lettere delle facciate, mentre a quelli antiorari le lettere delle facciate seguire da un apice. Inoltre se il movimento prevende un movimento di 180° di associerà alla lettera della facciata il numero 2. Ma facciamo un esempio pratico per spiegare meglio l'associazione:

  • la lettera F indicherà che la faccia frontale deve essere ruotata di 90° in senso orario
  • la lettera L' inidicherà che la faccia sinistra deve essere ruotata di 90° in senso antiorario
  • la lettera U2 indicherà che la faccia superiore deve essere ruotata di 180° (in questo caso, il senso orario o antioario è indifferente)

Così, una combinazione del tipo del tipo F' R D2 corrisponderà a ruotare in senso antiorario di 90° la facciata principale, poi in senso orario di 90° la facciata di destra e infine ruotare di 180° la facciata di sinistra.

Il video della soluzione del cubo di Rubik

Poiché eseguire l'algoritmo solo leggendo le istruzioni potrebbe essere non proprio una cosa facile da seguire senza commettere errori, abbiamo deciso di postarvi direttamente qui uno dei video che meglio spiega come ottenere questo risultato